Classifica Android 2015: cosa comprano le mie tasche? Parte 1

Classifica Android 2015: cosa comprano le mie tasche? Parte 1

Bentornati ad Angry Tech, il nostro piccolo spazio di informazione divulgativa sul mondo tecnologico. Sono state settimane intense, per noi e per il mercato, viste le numerose uscite e novità di cui parlare.

Proprio per queso divideremo questa nuova “storia” in due parti. Oggi la prima tra 7 giorni vi aspetto per la seconda.

Prima di scendere nel dettaglio voglio fare una piccola postilla al nostro penultimo articolo: se vi ricordate, in redazione c’era un poco di preoccupazione per l’egemonia che il mercato mobile aveva raggiunto, e per la poca competizione che appiattisce il mercato e rallenta l’arrivo di novità. Beh, nelle ultime settimane sono accadute tre cose interessanti:

  1. Nokia ha pressoché ufficializzato che tornerà nel mercato della telefonia, non si sa come, ma ci si immagina quando: a gennaio 2016 infatti scade il patto di non concorrenza con Microsoft Lumia. Non solo: considerata la messa in vendita di Here Maps (ovvero un servizio di mappe vettoriali multipiattaforma molto fiche perché salvabili su dispositivo), si è lasciato intendere che la strada sarà quella. Per quanto riguarda il come, ci si immagina che sarà un dispositivo (o più) Android prodotto da un licenziatario del marchio, soluzione già adottata per il tablet Nokia N1.
  2. Blackberry ha lasciato trapelare che continuerà – con una certa ostinazione – a produrre cellulari, ma abbandonerà BlackberryOS per passare ad Android. Se integreranno in Android il loro BlackberriInternetSystem (BIS) o meno non lo si sa ancora; se avete fretta di vedere almeno un render, evleaks ci ha accontentato postandone ben due, uno di seguito.

    https://twitter.com/evleaks/status/616971638643494912

  3. Yota, marchio russo poco conosciuto ma assestato nella fascia premium dei cellulari con la serie YotaPhone, ha annunciato che abbandonerà Android per passare a SailfishOS, sistema operativo simile ad Andorid e in grado di far girare alcune sue app, sviluppato dagli ex sviluppatori di Nokia migrati in Jolla, produttrice dello Jolla Phone. YotaPhone, per chi non la conoscesse, è una serie di cellulari dotati di due schermi, un tradizionale lcd ad alta risoluzione, e un secondo schermo a inchiostro elettronico – quello dei Kindle Amazon e altri e-reader, per intenderci – in grado di funzionare alternativamente garantendo oltre 10 gg di autonomia in modalità liquid Ink.
https://yotaphone.com/it-en/

Fronte e retro dello YotaPhone 2 – credits https://yotaphone.com/it-en/

Chiusa questa parentesi, che per certi blog sarebbe già un articolo, andiamo al sodo:

Oggi parliamo di Cellulari Android, e non vi consiglierò quale comprare. O forse sì, ma per lo meno non direttamente: cercherò di essere oggettivo e li dividerò in categorie, dando purtroppo solo alcuni esempi di ogni categoria, perché, come detto nelle settimane scorse, sono troppi. Intanto le categorie:

  • Cellulari Premium
  • China-Premium
  • Chinafonini
  • Cellulari di bassa fascia
  • Cloni
  • DJ Francesco

Volendo essere sinceri li ho messi in ordine di preferenza (facendo quindi una classifica Android) e le descrizioni vi faranno capire il perché.

Cellulari Premium:
Non avrebbero bisogno di troppe presentazioni, ma le facciamo comunque. Sono quei cellulari di produttori famosi, affermati e multimilionari, che ogni anno si pestano con l’iPhone per il titolo di miglior cellulare dell’anno. Hanno caratteristiche da PC della NASA, ma non sempre prestazioni all’altezza. A tal proposito faccio una premessa, per la quale qualcuno magari un giorno mi querelerà, ma sono certo di ciò che dico: STATE LONTANI DA QUALSIASI CELLULARE CON PROCESSORE QUALCOMM SNAPDRAGON 810! Questo processore, tristemente montato su molti top di gamma 2015, ha non pochi problemi, uno su tutti il surriscaldamento eccessivo che obbliga il telefono a rallentare le operazioni, diminuendo prestazioni e consumando la batteria troppo in fretta: su alcuni telefoni 2015 (Sto guardando te Sony Xperia Z4 e Z3+) questo processore scalda tanto da far disattivare la telecamera per ragioni di sicurezza.
Detto questo snoccioliamo una classifica:

  1. Samsung Galaxy S6 – Se S5 e S4 non valevano i loro soldi rispetto alla concorrenza, questa volta Samsung ha alzato l’asticella. Un processore octa-core 64 bit, che lavora accanto a 4GB di RAM DDR4, la più veloce disponibile sul mercato e che non monta nessun altro cellulare ad oggi: questa accoppiata, assieme allo schermo SuperAmoled e alla fotocamera da 20MP ne fa il miglior telefono in commercio, forse in valore assoluto. Peccato che costi più di 800€ per cui non è nel mio carrello della spesa, ma in quello dei desideri sì.
  2. Sony Xperia Z3 – Se i suoi successori Z4 e Z3+ sono un flop per via del processore, questo telefono rimane il re del 2014: senza dubbio la miglior durata della batteria sul mercato, processore ancora all’avanguardia e che invidia solo il Samsung Galaxy S6, 3GB di RAM e 20,7MP di fotocamera… Se il vostro budget per il telefono nuovo è tra i 400 e i 450€ ne vale la pena, visto che oltretutto è pure impermeabile fino a 1,5mt di profondità e garantito contro la polvere. Non fatevi abbindolare da un Galaxy S5 appena più scontato, per 20€ sono mondi lontani.
  3. Sony Xperia Z3 Compact – L’unico mini ad avere solo lo schermo più piccolo ma a mantenere le caratteristiche di un top di gamma, un idolo per me e per chi vuole le tasche senza telefoni strabordanti, vale i suoi 350€ o meno.
  4. HTC One M8 – Stacca di pochissimo il Galaxy S5, ma forse per gusto personale e perché esteticamente l’S5 è osceno secondo me.
  5. Sony Xperia Z2 e Galaxy S5 – pari merito, se li trovate sotto i 390€ vale la pena.

China-Premium:
Una categoria nuova, creata da Huawei e dove si sono inseriti tanti altri dopo, fatta da marchi cinesi più o meno conosciuti che fanno telefoni con caratteristiche da Premium ma li vendono a prezzo inferiore, perché hanno marchi meno forti e vogliono permeare il mercato.
Ancora ricordo quando amici che compravano il Galaxy Mini e mi guardavano stralunati quando dicevo loro di prendersi un Huawei che era migliore.
Detto questo, gli attori di mercato sono: Huawei, OnePlus, Xiaomi, Meizu e direi basta, ma ne arriveranno altri.
Vediamo tra questi la mia personalissima classifica:

  1. Huawei Ascend Mate 7 e il nuovo Ascend P8 – La consacrazione di Huawei: sono telefoni con schermo molto grande, Android aggiornato costantemente all’ultima versione, batteria king size e un processore Kirin (su cui gli esperti sono ancora molto scettici) che fa il suo lavoro e consuma poca batteria. Insomma, sono telefoni consigliati, ma si parla comunque di cellulari da più di 400€, per cui magari preferite l’affidabilità dei “Grandi Marchi”.
  2. OnePlus One – La startup con un anno e mezzo di anzianità sulle spalle rilasciò il “Flagship Killer” un anno fa esatto, e da allora, nonostante piccoli o grandi problemi, lo One è diventato un punto di riferimento per i telefoni a basso costo e altissime prestazioni, per cui vale la pena vedere le sue caratteristiche alla luce del prezzo (considerate sempre che era competitor del Galaxy S5):
    Processore Qualcomm Snapdragon 801, lo stesso di Galaxy S5, HTC One M8 e Xperia Z3 (Questo era quello buono, non il bistrattato 810);
    3GB di RAM, uno in più dell’S5 e alla pari dello Z3;
    Fotocamera posteriore Sony da 13 MP e frontale da 5 MP;
    Batteria da 3100 mAh, 300 in più del Galaxy S5 e della stessa capacità dell’Xperia Z3;
    Prezzo da 249€ direttamente sul loro sito!
    Unico inghippo all’epocafu il sistema ad inviti: per poter controllare l’offerta, senza far alzare i prezzi, OnePlus utilizzò un sistema di inviti per poter comprare lo One, perciò NO INVITO NO PARTY. Ora invece la distribuzione è libera.
  3. Xiaomi e Meizu – Due marchi cinesi, che commercializzano ottimi prodotti e rilasciano un “top di gamma” ogni 6 mesi con filosofia flash sale: ne hanno messi cioè in vendita solo 20.000 così non hanno magazzino e possono tenere il prezzo basso. Il sistema operativo per entrambi i produttori è ben progettato e sfrutta a pieno Android, perciò vi invito a cercare in rete le loro ultime uscite, che sono davvero interessanti.
  4. Oppo – La prima casa produttrice a realizzare un cellulare con montata sopra la CyanogenMod; produce telefoni molto belli e funzionali, con schermi molto grandi e persino con fotocamere rotanti. Fate un giro sul loro sito per rifarvi gli occhi con l’Oppo Mirror 5, un design oggettivamente bello.

Beh per oggi direi che può bastare, materiale ne avete da studiare chi, tra i premium, potrebbe essere il vostro prossimo telefono.

Settimana prossima arrivano i budget phone!! I migliori telefoni economici. Aggiornate freneticamente la home di AngryItalian per scoprire quali avranno un posto in classifica.

Ma intanto, voi? Che ne pensate? Quale telefono avete? E quale vorreste comprare?

Mi interessa davvero che telefono avete in tasca. Se invece volete una mini recensione sul telefono che vorreste comprare non esitate a chiedere! Vi risponderò volentieri!

Update: Ecco la parte 2!

Stay tuned!

Sono un giocatore di rugby appassionato di tecnologia, sopratutto mobile. Conosco e utilizzo iOS e Android in maniera avanzata, anche se non sono un programmatore. Sono sempre aggiornato sui prossimi trend tecnologici.