"L'Angolo del Wankel": piccole spider d'epoca, guida all'acquisto

“L’Angolo del Wankel”: piccole spider d’epoca, guida all’acquisto

Buona Domenica!

Avete passato buone feste? Inizio facendovi gli auguri in ritardo da tutta la “redazione” de “L’Angolo del Wankel”, con questa foto del mio Natale molto “wankelosa”:

maglioni

Certo che sfido Babbo Natale a percorrere tutta quella strada trainato dalla Mazdona..

Bene, dopo aver scritto il recente pezzo “piccole spider, guida all’acquisto” alcuni di voi mi hanno chiesto di fare una cosa simile per le piccole scoperte d’epoca: non potrei esserne più contento, è anche un’ottima opportunità per rivedermi quotazioni e valutazioni, chissà di quanto saranno cresciute negli ultimi 10 giorni. E qui scherzo, ma neanche troppo…avete visto le quotazioni della Ferrari 208?!

Credo che in questo caso il metro di giudizio debba essere un poco diverso: oltre al fattore divertimento, essendo auto d’epoca terrò conto anche del fascino e della storia della vettura. Cercherò di tenermi sempre sotto i ventimila euro, anche se in questo caso sarà più difficile vista la grande varianza di prezzi per lo stesso modello e i valori in forte crescita nel mercato delle storiche. Non parleremo quindi della maggior parte delle bellissime scoperte Alfa (Giulia Spider, Giulietta, Osso di seppia…si è nella copertina ma costa troppo ormai), della Elan (che calzerebbe a pennello a dire il vero), della TR3 e di tante altre fantastiche auto che ormai valgono troppo per rientrare nella nostra lista. Inoltre, escludiamo la Seven, era  già presente nella scorsa classifica, diamo spazio anche agli altri!

Iniziamo con questa classifica nostalgica di piccole spider!

1) Fiat 850 Spider

Bertone-100-Years-1960s-1965-Fiat-850-Spider-1280x800

Nostalgiometro: 6.5

Wankelometro: 3500

Ai tempi, il suo design moderno, unito a colori frizzanti ed un prezzo contenuto, aveva sbaragliato la concorrenza.

Sbarazzina, dalla dinamica prevedibile e piacevole, la 850 ha solo un problema: il motore poco potente.  Nonostante il peso contenutissimo infatti, 49 (o 52) cavalli sono davvero pochi per definirla sportiva.

Comunque godibile, con poco più di diecimila euro si trovano esemplari in ottime condizioni. Ho scelto lei ed un’altra Fiat successivamente, ma ricordo che c’è anche la 124!

2) MG B

MGB (5)

Nostalgiometro: 7

Wankelometro: 6000

Diretta concorrente di molte auto che vedremo sotto, la MG B ancora oggi è davvero bella e si può trovare in ottime condizioni sui quindicimila euro. Come molte di queste spider fu prodotta per moltissimi anni (18), in tre diverse serie: attenzione che dalla seconda serie per risparmiare si passò dall’alluminio all’acciaio per cofano e altre componenti, aumentando il peso di 150 kg circa.

La potenza intorno ai 95 cavalli permette di divertirsi di più della 850, io la terrei in seria considerazione.

3) Matra M530

MHV_Matra_530

Nostalgiometro: 7

Wankelometro: 4000

Design completamente folle per questa Matra: già al suo esordio o la si amava o la si odiava. Motore centrale, carrozzeria in vetroresina, questa francesina fu molto apprezzata per il divertimento che sapeva offrire, nonostante il suo v4 Ford fosse abbastanza fiacco (74 cv).

Ha quotazioni bassine, ma in Italia è difficile da trovare; fu prodotta anche una versione economica, senza i fari a scomparsa.

4) Fiat X 1/9

153819-11688

Nostalgiometro: 6

Wankelometro: 5500

Erede della 124 Spider, antenata della Barchetta, la X 1/9 fu prodotta per ben 18 anni. Discese dal concept di Bertone “Runabout”, che fece grande scalpore al salone di Torino.

A settantacinque e in seguito ottantacinque cavalli, la X 1/9 fu poi ampiamente utilizzata nel mondo delle corse (si fece anche una versione Abarth, che però corse pochissime gare). Nonostante la potenza non sia esaltante è comunque agile e scattante, e per circa dodicimila euro si trovano esemplari in ordine. Ne sono state prodotte molte, ma potrebbe prendere valore in futuro!

5) Austin-Healey Sprite (Mk1)

60-AH_Buggeye-Sprite-MK1-DV-12-GG_d010

Nostalgiometro: 8

Wankelometro: 4500

Frogeye…da piccolo mi chiedevo: ma come può essere che qualcuno abbia disegnato una macchina così vicina ai miei interessi, una spiderina a forma di rana. Si, avevo rane, rospi e salamandre, bambino sui generis diciamo. Insomma, sono sempre stato un grandissimo fan della Sprite, ed i prezzi per questa piccolina sono ancora sotto il nostro limite: per quindici-diciottomila euro si possono trovare esemplari in buone condizioni.

Poco potente, scomoda…tutti difetti perdonabili se parliamo di lei. Ha un cambio molto preciso, è leggerissima e alla fine veniva definita divertente dalle riviste specializzate, anche per la sua tendenza a scodare (facilmente ma in maniera controllabile, vista anche la potenza…43 cavalli).

Magari non la più divertente, ma sprizza stile da ogni poro (si spera non arrugginito).

6) Porsche 914

porsche-914_5717

Nostalgiometro: 5

Wankelometro: 5500

Che brutta. Mammia mia, non mi piace proprio questa “mezza-Porsche” (è stata fatta in collaborazione con Volkswagen). C’è da dire però che vale ancora poco, e penso ci si possa divertire (nella versione 6 cilindri almeno, la 4 ha 80 cavalli). Non sono sicuro che possa essere la scelta migliore, ma era comunque giusto menzionarla.

7) Triumph TR4-TR6

0_IMG_0490 14TRIUMPH_268273k

Nostalgiometro: 7

Wankelometro: 6500

Le Triumph stanno costantemente lievitando di prezzo. Prima è stato il turno della Tr3 (che bella!), ora anche TR4 e Tr6 stanno salendo. Nonostante ciò, si possono ancora trovare sotto i venti e sono belle e divertenti da guidare.

La Tr4 aveva 105 cavalli, la Tr6 150 (e poi 125…in molti oggi hanno i carburatori Weber da noi, per questioni di affidabilità. La meccanica Lucas è perennemente rotta).

Mi piacerebbe prenderne una un giorno!!

8) Triumph Spitfire

Triumph Spitfire (2)

Nostalgiometro: 7.5

Wankelometro: 4500

Bellissima inglesina. Propulsori abbastanza spompi, ma molto leggera, se guidata in modo allegro la Spitfire in curva si corica un po’ sull’ avantreno ed alleggerisce il posteriore: può arrivare ad alzare dal suolo la ruota scarica. Cambio non perfetto, ottima posizione di guida. Le riviste del periodo ne parlavano bene in termini generali, io forse preferirei altre spider sebbene sia davvero bella!

9) Alfa Romeo Duetto (coda tronca)

Alfa-Romeo-Spider-coda-tronca-1967-1983-600x403

Nostalgiometro: 9

Wankelometro: 7000

Ho avuto qualche problema nello scrivere della Duetto: mi piace davvero moltissimo guidarla, ma non volevo sembrare eccessivamente di parte. Inoltre, c’è un chiaro problema riguardante il nostro limite dei ventimila euro. Infatti, ormai la osso di seppia vale molto di più, e anche la 1750 coda tronca (che trovo fantastica) è fuori budget.

Quindi, i casi sono due: investire in una terza o quarta serie, che sinceramente non mi piacciono ma che dispongono di propulsori più prestanti. Oppure, puntare sulla coda tronca, ma in versione 1300 o 1600. Nonostante possa sembrare un poco fiacca io punterei sulla 1600 coda tronca, sia perché sono convinto che prenderà ancora molto valore sia perché è comunque più bella e sempre piacevole da guidare.

Per un fan di spider leggere è fantastico guidare auto come la Duetto: diretta, precisa, brillante ma sempre facile da portare. Un’auto che si calza come un guanto, godibilissima!

10) Datsun 1600/2000 Sport

38926434001_original

Nostalgiometro: 7.5

Wankelometro: 5000/6000

Su autobelle.it ne ho trovate…0!

In Italia è difficile trovare la Datsun Sport, ma penso si rivaluterà nel prossimo futuro e valga la pena di essere guidata. Ha un design funzionale, ma elegante. Era un po’ più pensate delle concorrenti ma era anche più potente: 96 cavalli per la 1600 (sp311), 135 per la 2000 (sr311). Rispetto alla 850 si coricava un po’, era meno agile, ma mantiene una buona maneggevolezza risultando infine divertente.

Mi piace tanto!

 

Avete altre auto da aggiungere alla lista? Scrivetemi nei commenti!

Due ultime osservazioni legate al mondo dei motori: primo, tra un mese verrà presentata la nuova Alpine. Pare sarà direttissima concorrente della 4C, 1.8 turbo 240 cavalli con peso inferiore ai 1000 Kg. Sono davvero curioso di vedere come sarà, e felicissimo che si crei un po’ di sana competizione in un settore che mi sta così a cuore..incrociamo I DITI!

Secondo, devo fare mea culpa: nonostante le ore passate su You-Tube a guardare auto e simili (a proposito…quei video sugli scarichi after-market della Rx-8…mi stanno davvero tendando!!) non mi ero  mai accorto del canale di Davide Cironi. Ci sono davvero tantissime recensioni di auto di cui amerei parlare in questa rubrica, e apprezzo molto la competenza e l’entusiasmo di Davide, un vero appassionato. Se non avete visto nulla anche voi, date un occhio; io gli ho scritto una mail nel frattempo, magari potremo “ospitarlo” nel nostro angolo rotativo.

Angry dottorato in economia applicata, vivo e lavoro a Londra. Scrivo e dirigo Angry Italian perché penso che sia una grande opportunità per confrontare le proprie idee con gli altri, ed un importante mezzo per far sì che qualunque ragazzo in gamba e con la passione per la scrittura possa dire la sua!