Perché Venezia 74 sarà la più varia e innovativa degli ultimi anni

Perché Venezia 74 sarà la più varia e innovativa degli ultimi anni

La settimana scorsa a Roma in una conferenza stampa sono stati finalmente annunciati tutti i titoli dei film che verranno presentati quest’anno a Venezia. La 74esima Mostra del Cinema si terrà dal 30 Agosto al 9 Settembre e come sempre, anche quest’anno sono moltissimi i film che si prospettano interessanti.

L’aspetto più bello della Mostra, è sicuramente la sua varietà: una delle novità di quest’anno è che oltre ai film, a Venezia verranno presentate in anteprima anche alcune serie tv, come Suburra (serie prequel del film) e Wormwood, entrambe serie Netflix. Prodotto da Netflix è anche uno dei film fuori concorso, Our Souls at night, tratto dall’omonimo libro di Kent Haruf e con protagonisti Robert Redford e Jane Fonda. I due attori saranno presenti alla Mostra per presentare il film e per ricevere il Leone d’Oro alla carriera, nella cerimonia che si terrà l’1 Settembre.

Alcuni degli altri film Fuori Concorso sono Vittoria e Abdul, di Stephen Frears, che racconta l’atipica e non convenzionale amicizia tra la Regina Vittoria e il suo segretario indiano Abdul. Una storia rimasta sepolta per anni e riemersa solo in seguito al ritrovamento di alcuni diari. This is Congo è un documentario sul conflitto in Congo, diretto da Daniel McCabe. Takeshi Kitano presenta Outrage Coda, sequel di Beyond Outrage e terzo film della trilogia cominciata nel 2010. Tra gli ospiti internazionali a Venezia ci saranno anche il grande Michael Caine, che presenta My Generation, anch’esso fuori concorso; e Sienna Miller, per The Private Life of a Modern Woman di James Toback.

Tra i film In Concorso, che quest’anno sono 21 invece abbiamo Downsizing di Alexander Payne, che è anche il film di apertura. Con Matt Damon e Kristen Wiig il film è stato definito da Barbera , il direttore della Mostra, come “una fiaba tra fantascienza ecologia”. Assieme a Julianne Moore, Matt Damon è anche nel cast di Suburbicon, il film in concorso diretto da Clooney e basato su una sceneggiatura del fratelli Coen. Si passa poi a Human Flow, un documentario più che mai attuale di Ai Weiwei che raccoglie e mostra l’uno dopo l’altro i fenomeni migratori in varie parti del mondo. Altro documentario che promette di essere interessante è Ex Libris – The New York Public Library di Wiseman, ambientato tra gli scaffali di una delle biblioteche più grandi e famose del mondo. Molto atteso è Mother, il thriller di Aronofsky con protagonista Jennifer Lawrence (che per l’occasione sarà presente al Festival), la cui presenza a Venezia è stata in bilico fino all’ultimo, perché la Paramount era indecisa per paura degli spoiler. Amore Malavita invece è un musical tutto italiano e per l’esattezza tutto napoletano e promette di essere molto originale. A Venezia quest’anno c’è anche Del Toro, con Shape of water che Barbera definisce “a metà tra la Bella e la bestia e Il mostro della laguna nera”.

Altra selezione che promette di essere molto interessante è Venezia Classici, che comprende una serie di film restaurati e di documentari sul cinema che per l’occasione verranno ripresentati. Tra i titoli spiccano Il deserto rosso di Antonioni, Non c’è pace tra gli ulivi di De Santis, Novecento di Bertolucci, Tutto in una notte di John Landis, Due o tre cose che so di lei di Godard, Rosita di Lubitsch e molti altri.
Questi chiaramente sono solo alcuni del film presenti a Venezia, ma per chi fosse più curioso, ecco il link del sito della Biennale, con il programma completo.

http://www.labiennale.org/it/cinema/mostra/film/

Nei prossimi giorni verrà anche rilasciato il calendario delle proiezioni, così da sapere quando le nostre star preferite sfileranno sul tappeto rosso!

 

Studentessa innamorata del cinema e ormai dipendente da serie tv. Scrivo perché anche altri se ne innamorino e perché così ho una scusa in più per parlarne. Se mi leggete e trovate una bella frase, è molto probabile che io l'abbia rubata ad un film.. Ma francamente cari, me ne infischio..Nessuno è perfetto! (Ecco, l'ho rifatto lo sapevo).