Le serie tv da NON vedere con i genitori

Le serie tv da NON vedere con i genitori

Quando ero piccola e due personaggi cominciavano anche solo a baciarsi, mio padre cambiava canale. Adesso non lo fa più, ma io lo so che ogni volta ha la tentazione.. riesco a vedere i suoi occhi che dardeggiano al telecomando, chiedendosi se può, se me ne accorgerò, se la scena durerà ancora tanto o ci sarà un’elegante dissolvenza da un momento all’altro…
Comunque, diciamocelo: certe scene sono un po’ imbarazzanti, specie se viste con I GENITORI. In particolare, ci sono certe serie tv che hanno messo a dura prova la mia capacità di fare finta di niente.

Scandal, Grey’s Anatomy, How to Get Away with Murder
Quelle di Shonda le mettiamo tutte assieme perché tanto lo stile è sempre lo stesso: spesso le piace cominciare la puntata con una serie di scene di sesso parallele, perché forse non lo sapete, ma i personaggi di Grey’s Anatomy fanno tutti sesso nello stesso momento. Molto comodo devo dire. Via il dente via il dolore e con un po’ di fortuna il tutto succede mentre tu sei in cucina a riempire la bottiglietta d’acqua e al massimo arrivi per gli ultimi gemiti. Bisogna dire che, almeno, gli amplessi di made in Shondaland sono rapidissimi: tempo 1 minuto e hanno già fatto tutto, te li trovi già rivestiti a momenti. Rapido e indolore insomma.

Orange is the new black
Ahah, qui altro che rapido e indolore. Le domande poi, sono sempre le stesse: “scusa, ma in questa serie sono tutte lesbiche?” “beh ma in prigione non è davvero così!”.. E tu intanto sei lì, che ti chiedi come mai non hai letto tutta la trama prima di proporre una visione collettiva. Perché mi sono fermata a “tratto da una storia vera”?! Perché??

Sense8
Beh. C’è davvero bisogno che aggiunga qualcosa? Nel corso della prima puntata io e mia mamma abbiamo esaurito tutti i discorsi in stile “parla del più e del meno come niente fosse”. La seconda è stata un disastro. Avevamo già parlato delle previsioni del tempo per il giorno dopo, di dove avevamo visto quegli attori, della spesa, di cosa avevamo sognato quella notte e non so che che cos’altro. Insomma, se proprio dovete vederla con i genitori, cercate almeno di distanziare le puntate tra loro, così potete accumulare nuovi argomenti di conversazione.

Diario di una squillo per bene
Ok allora, qui non sto parlando di me fortunatamente. Insomma, capisco che uno possa essere ingannato da titoli come Sense8 o Orange is the new black, ma qui direi che il titolo è abbastanza rivelatore, no?? Eppure, ho avuto amiche e amici che mi dicevano “ah si, io la vedo con i miei”.

True Blood
Si sa che nel mondo delle serie tv ormai, “Vampiri = sesso”. È una coppiata vincente dai tempi della (splendida) Buffy. Di solito poi, per vampirizzare un po’ le cose, abbiamo anche qualche morso qua e là, qualche parete sfondata, qualche testata del letto rotta e così via. Cose che Dawson Creek scansate proprio (ve le ricordate le scene di “sesso” di Dawson Creek? Con quelle musichette terribili in sottofondo).

Game of Thrones
Pensavate che me la fossi dimenticata? E come potrei? C’è pure la nuova frontiera del sesso incestuoso, così oltre che con i genitori, a momenti non la si può vedere nemmeno con i fratelli!

Allora, sicuramente ce ne sono molte altre e questa lista è tutto tranne che completa. Non comincio nemmeno poi, a parlare di tuuuuutte quelle volte in cui magari uno sta guardando una serie normalissima, casta e pura, ed ecco, c’è la prima scena a luci rosse in 10 puntate e chi entra proprio in quel momento?? Chi? Tua madre, naturalmente. “Che cosa stai guardando???” E vabbè.

 

Studentessa innamorata del cinema e ormai dipendente da serie tv. Scrivo perché anche altri se ne innamorino e perché così ho una scusa in più per parlarne. Se mi leggete e trovate una bella frase, è molto probabile che io l'abbia rubata ad un film.. Ma francamente cari, me ne infischio..Nessuno è perfetto! (Ecco, l'ho rifatto lo sapevo).