Le serie dell'estate

Le serie dell’estate

Game of Thrones è finito, lasciando un buco a forma di drago nei nostri cuori. Alla disperata ricerca di un modo di colmare questo vuoto, c’è chi si è data alla lettura dei libri, chi ha deciso di andare al mare e uscire degli amici, chi ha iniziato a farsi d’eroina. Visto che i libri costano, andare al mare fa venire i melanomi e che l’eroina non mi sento di consigliarla, mi sono guardato per voi le premiere dei telefilm dell’estate (quella roba che non hanno il coraggio a passare il resto dell’anno quando le persone effettivamente guardano la televisione). Ho cercato, per voi (prego!), di trovare il degno successore telefilmico di Game Of Thrones per aver qualcosa di cui parlare con I colleghi durante le pausecaffè (o, se lavorate come me nel famigerato “settore media”, durante l’intera giornata mentre cercate di capire cosa sia effettivamente il vostro lavoro).

P.s.: Ne ho recensite solo cinque, perchè anche io ho una vita (triste e vuota, ma una vita nonetheless).

True Detective 2×01

true detective

Stesso canale, stesso giorno di trasmissione, stesso successo di pubblico e di critica, la HBO ce l’ha messa tutta per proporci True Detective come la serie evento dell’estate. E nonostante la prima serie fosse effettivamente una figata (almeno quello che riuscivo a capire dell’accento di Matthew McCoso, magari ha passato mezza serie a venerare Hitler e dire di picchiare i bambini e non me ne sono accorto) questo primo episodio, per quanto tecnicamente ineccepibile – è stato disastroso al punto da sembrare una parodia di se stesso. Nel tentativo di presentare i quattro protagonisti come personaggi complessi e tridimensionali, questi diventano invece quattro facce dello stesso stereotipo: c’è Colin Farrel, il poliziotto burbero, violento ed alcolizzato che però vuole bene a suo figlio (nonostante non solo non sia veramente figlio suo, ma sia anche ciccione e ginger); Regina George che è diventata una poliziotta dura e gattara per ribellarsi al padre fricchettone; un vigile con la faccia aliena, che wikipedia mi dice sia famoso ma che sinceramente non penso di aver mai visto (una faccia così strana me la sarei ricordata) la cui tragica backstory è che non riesce a tirarlo su e quindi si fa fare pompini al viagra; e infine le occhiaie di Vince Vaughn, che interpretano un politico corrotto. Aggiungete a questi personaggi dialoghi imbarazzati che sembrano presi paro paro da Baywatch (ma con più parolacce, anche se l’idea di vedere Mitch minacciare un bambino di penetrare sua madre con la testa decapitata del padre è assai allettante) ed avete così questo episodio 2×01.

Continuerò a vederla? Assolutamente sì, ma più per la comicità involontaria e la bella fotografia che per il mistero, di cui non importa una mazza nemmeno ai personaggi del telefilm -salvo al vigile impotente, che magari la vede come una possibilità per avere una promozione a Isola Spartitraffico.

Voto: 4 all’episodio, 10 e lode alla minaccia di Colin Farrell al bambino bullo. Inoltre, un Vincevaughnassance non lo voglio, se questa è l’intenzione dei produttori.

Pretty Little Liars 6×01

pretty little liars

Non mentirò, avevo visto tempo fa la prima puntata (1×01) di Pretty Little Liars per una combinazione di noia e curiosità verso il livello di merda presentato da ABC Family, ed ero rimasto, per mancanza di altri aggettivi, leggermente stordito da cotanto trash. La storia in breve: quattro troioni usciti dalle pagine di TopGirl hanno un’amica, ancora più troione e quindi leader naturale del gruppo, che viene uccisa. Ricordo I dettagli del resto a grandi linee come un’accozzaglia di storie trite e ritrite di serie adolescenziali (una si fa un professore, una è lesbica, una si fa il fidanzato della sorella e una -la meglio- è una cleptomanealcolizzatabulimicanalfabeta, nonchè prima candidata a gravidanza indesiderata, IMHO). Poco importa, perchè questa sesta serie sembra essersene sbattuta altamente del suo passato per dare vita all’episodio più folle che io abbia mai visto in televisione, roba che David Lynch dovrebbe prendere appunti. Intanto, spoiler, il troione leader è ancora in vita(o tornata in vita in stile Gesù, non so bene, da questa serie mi aspetto qualsiasi cosa) e le altre quattro invece sono intrappolate in un Bunker dove vengono sottoposte a torture orribili, tipo farsi tingere I capelli di rosa. La polizia è completamente allo sbando ed a salvare le quattro ci pensa il Troione Zombie, aiutata dal già citato professore pedofilo e da un tizio dallo sguardo intenso, grazie ad un piano che definire astratto è un complimento. Ah, e il cattivo è uno stalker incappucciato che per qualche motivo nessuno sa chi sia, ma caga abbastanza soldi da potersi permettere di comprare un bunker ipertecnologico in mezzo alla foresta. Insomma, quella che era partita come una brutta copia col morto di Mean Girls sembra essersi trasformata in una via di mezzo tra una versione adolescenziale dell’Enigmista e un omaggio Kafkiano a Veronica Mars (lo intendo come un complimento).

Continuerò a vederla? Se qualcuno che segue la serie mi assicura che tutti gli episodi mantengono questo livello di follia, passo un finesettimana a fare una maratona in compagnia di un paio di bottiglie di vino. Inoltre, se potete gentilmente dirmi se ci ho azzeccato o meno sulla gravidanza della bulimicalcolizzatetc. ne sarei grato.

Voto: 0 o 10, in base al vostro livello di sobrietà.

Humans 1×01

humans

Serie inglese di channel 4, che ha già prodotto gioielli di fantascienzamanemmenotroppo come Utopia e Black Mirror, la premiere di Humans è stato senza dubbio l’episodio migliore dei cinque che ho visto (anche se non entertaining come Pretty Little Liars, ad essere sincero). L’argomento di cui parla -I l’etica dietro ai Cyborg e Robot e quando la vita artificiale diventa troppo simile a quella umana- non è poi particolarmente innovativo, ma mai come ora è stato così spaventosamente attuale. Inoltre, grazie ad una colonna sonora subdola ma inquietante e l’alto livello di fotografia a cui Channel 4 ci ha sempre abituati, Humans è un vero piacere da guardare.  Gli appassionati di serie british saranno contenti di rivedere tante facce familiari, tra cui la Femmina Isterica di The It Crowd e la bella Gemma Chan, già vista in Fresh Meat e Dates, che di solito è assolutamente incapace a recitare e che per questo è una perfetta Cyborg in questa serie.

Voto: 8-, il meno perchè dopo aver visto Pretty Little Liars senza almeno un Bunkerino o uno stalker incappucciato mi annoio

Devious Maids 3×01

devious maids

Cosa. è. Questa. Merda. Carla di Scrubs, cosa stai facendo? Anche se avevi bisogno di soldi, ci sono cose più dignitose da fare. Tipo la prostituzione. Non so se odiare tutti coloro che hanno preso parte a questa produzione o sentirmi in imbarazzo per loro. Ho guardato dieci minuti perchè a Carla, appunto, voglio bene, ma poi non ho retto. Magari dal minuto 11 in poi diventa il nuovo Citizen Kane delle serie televisive, non lo saprò mai. Se siete appassionati di vedere un Desperate Housewives in salsa telenovela alla “Il Mondo Di Patty” è la serie per voi, ma sappiate che vi odio.

Continuerò a vederla? Forse un giorno, quando uno stalker incappucciato mi rapira’ lo userà come metodo di tortura nel suo Bunker ipertecnologico.

Voto: 1 e mezzo, ma solo perchè sono felice che Carla abbia un lavoro.

Scream 1×01

scream series

Il primo film di Scream è un piccolo capolavoro cinematografico: divertente, intelligente, spaventoso, ha riscritto le regole degli horror per i film a venire. Certo, in un mondo post-Cabin in the woods e post-detention puo’ non sembrare così rivoluzionario, ma non è neanche invecchiato male.

Questa serie invece è, per riassumerla in due parole, Il Male. Scritta da cani, recitata peggio,cerca in tutti I modi di essere ggggiovane e finisce cosi’ per assomigliare alla tua prozia sessantaquatrenne che parla di social media “oh no, facebook ruba le identità e le vende in Colombia per fare I passaporti falsi, devi copiare questo stato entro sette giorni!” . La morte iniziale (un caposaldo della serie cinematografica) mi ha fatto rimpiangere Devious Maids, e il resto non migliora. Salvo solo il discorso del moderno Randy che dice: “Gli slasher sono fatti per essere film, non possono durare come un telefilm”, che la serie inserisce nel tentativo di essere meta e furba ed invece si dimostra essere la triste verità.

Continuerò a vederla? con le parole del grande Dante Alighieri, manco per il cazzo.

Voto: 0–

Qual è, quindi, la serie dell’estate? Indubbiamente Hannibal, di cui ho già parlato qui. Poichè l’ultima volta che ho pubblicato un articolo parlandone è stata cancellata quel giorno stesso, questa volta ho deciso di non dire niente a proposito, in caso sia io a portare merda. Se l’horror proprio vi fa schifo, allora tentate Humans. Sennò ci sono sempre le repliche di Xena ed Hercules ogni mattina su Italia 1.

Pottermore mi ha assegnato a Serpeverde, penso che questo possa dire molto sul tipo di persona che sono.