5 serie tv che fanno venire voglia di TATUARSI

5 serie tv che fanno venire voglia di TATUARSI

Non sono mai stata una particolare amante dei tatuaggi. Che io ricordi c’è stato solo un momento della mia vita in cui ho provato il desiderio bruciante di averne uno… Ma, a pensarci bene, è stata davvero una fortuna che mi abbiano impedito di farlo. Avevo nove o dieci anni e chiaramente il mio senso estetico non era ancora particolarmente sviluppato (non che adesso lo sia), perché insistevo nel volermi a tutti i costi tatuare LA CICATRICE DI HARRY POTTER. Naturalmente, sulla fronte. Ora, Harry Potter era ed è ancora una delle mie cose preferite, ma diciamo che ho capito che ci sono anche altri modi per “onorarlo”.
Detto questo però, negli anni mi è capitato di tanto in tanto di provare il desiderio di fare un tatuaggio.. e devo dire che la maggior parte delle volte, si trattava di un desiderio derivato da una qualche serie tv. Perché obiettivamente, ci sono delle serie tv che fanno venire voglia di farsi dei tatuaggi.. Vediamo alcune!

Prison Break
Penso che Prison Break sia stata la prima a farmi considerare seriamente l’idea di fare un salto dal tatuatore. Non solo infatti il protagonista, Michael, è interamente coperto di tatuaggi e se li porta benissimo, ma soprattutto, se li fa per un motivo intelligente! Nello specifico, si tatua su tutto il busto la mappa della prigione in cui si trovano lui e il fratello, per evadere. Inutile dire che subito, mi si sono aperti una serie di scenari uno più allettante dell’altro: che cosa mi impediva di tatuarmi, che so, la tabellina del 9? (In quel periodo faceva molta fatica a entrarmi in testa). Oppure…il congiuntivo? In effetti, penso sia pieno di persone che dovrebbero tatuarsi da qualche parte il congiuntivo.

prisonbreak-tattoo-235cb33a31f59a6c331cbb72530d2e44-large-1444915

Revenge
In questo caso, si trattava di un desiderio più contenuto, nulla a che vedere con il tatuaggio total body di Prison Break, per non parlare della famigerata cicatrice. La protagonista di Revenge, Emily Thorne, aveva un piccolo e grazioso tatuaggio del simbolo dell’infinito, su un polso. Per l’esattezza era un “doppio infinito” e devo dire, che mi tentava, aveva tutte le caratteristiche adatte al caso: era piccolo, per cui non avrebbe fatto troppo male e non sarebbe stato troppo appariscente. Era sull’interno del polso, per cui, se un giorno, me ne fossi pentita, era sicuramente più facile da nascondere di, che so, una cicatrice gigante sulla fronte (esempio a caso). Inoltre, era proprio carino. In ogni caso, alla fine ho abbandonato l’idea dopo essermi resa conto che sull’interno del polso doveva fare UN MALE CANE. In realtà non ne sono nemmeno sicura, ma ho pensato che non era il caso di fare la prova e tornarsene a casa con mezzo simbolo dell’infinito.

7df858bbadd59a79de9a31b0f9508a79

La Signora in giallo
…Scherzavo.
Anche se, in effetti Jessica in costume non l’abbiamo mai vista, per cui non escludo che possa avere un “I love Cabot Cove” tatuato da qualche parte.

Blindspot
Il problema, è che non conosco la via di mezzo. Mi ero appena complimentata per la mia ritrovata morigeratezza, segno sicuramente di una certa maturità, quando ho visto Blindspot. E così, sono passata dal volermi tatuare un piiicolo, piccolissimo simbolo dell’infinito, a volermi ricoprire l’intero corpo di tatuaggi. Insomma, obiettivamente Jane (Jamie Alexander), la protagonista di Blindspot, sta davvero bene così ricoperta. Ma ehm, per fortuna ci ho messo poco a riconoscere la dura verità: io, non sono Jane.

imgblindspot-e11

Orange is The New Black
Due parole: Alex Vause. O anche, Ruby Rose, scegliete un po’ voi. Come spesso succede nelle serie carcerarie, a Litchfield i tatuaggi abbondano: Alex (Laura Prepon) vince il premio Miglior Tatuata nelle prime due stagioni, ma poi nella terza arriva Stella (Ruby Rose), che Alex scansate proprio. Anche perché nel caso di Ruby Rose, i tatuaggi sono veri! Vi prego, ditemi che non sono l’unica ad aver seriamente preso in considerazione l’idea di tatuarsi da qualche parte il “TRUST NO BITCH” della situazione. Anche se, conoscendo la mia fortuna, probabilmente avrei beccato un tatuatore distratto e rischiato di passare tutta la vita con qualcosa tipo “Trust no BEACH”. E poi mi toccava trasferirmi in montagna per essere un minimo coerente, per cui forse ho fatto bene a non andare oltre.
ruby-rose-tattoos-43

Bene, queste sono le serie che mi hanno quasi fatto fare un tatuaggio.. e voi? Ne avete alcune? Arrivata alla fine di questo articolo, io sono giunta ad alcune conclusioni:
1. sono piuttosto fifona
2. nulla sarai mai all’altezza dei trasferelli dei pokémon che trovavi nei cereali e che andavano via dopo due giorni.
3. è probabile che non avrò mai un tatuaggio vero
4. se provassi a farne uno, probabilmente andrebbe a finire come quella puntata di Friends in cui Phoebe prova a farne uno.. ve la ricordate? Phoebe va dal tatuatore, ma scappa dopo un attimo perché l’ago le ha fatto male. Così, l’unico segno che ha sulla pelle è un piccolo, minuscolo puntino blu. Comunque, se per caso mi capitasse, almeno posso descriverlo come fa lei: “Non è ovvio? È la Terra, vista da una grande, grande distanza”. Grazie in anticipo Phoebe.

cc21a92692c902490cd526d29205b592

 

Studentessa innamorata del cinema e ormai dipendente da serie tv. Scrivo perché anche altri se ne innamorino e perché così ho una scusa in più per parlarne. Se mi leggete e trovate una bella frase, è molto probabile che io l'abbia rubata ad un film.. Ma francamente cari, me ne infischio..Nessuno è perfetto! (Ecco, l'ho rifatto lo sapevo).