A Milano si semina con Agnes Denes

A Milano si semina con Agnes Denes

Dopo il “Bosco Verticale”, uno tra i grattacieli più belli del mondo, a Milano è arrivato il momento di piantare il grano. In zona Porta Nuova ora non c’è nulla, solo un terreno scuro e brullo, ma verso luglio 2015 sarà periodo di raccolto: “Wheatfield” è un’ installazione open air dell’americana Agnes Denes, che già aveva realizzato un’opera di “land art” a New York nel 1982. Occorre ricordare che a partire da novembre 2015 la stessa area vedrà nascere il parco Biblioteca degli Alberi e che, in attesa dell’inizio dei lavori, il fondo di investimento Hines, la Fondazione Catella, Trussardi e Confagricoltura hanno deciso di rendere omaggio all’Expo e di rendere più “green” la zona adiacente alla nuova torre Unicredit e a piazza Gae Aulenti. Alla semina avvenuta il 28 febbraio erano presenti 5000 persone, che armate di semi e un bastone di legno hanno gettato le prime basi per quest’opera a cielo aperto.

Manfredi Catella, amministratore delegato di Hines Italia, ha dichiarato che prima di decidere come utilizzare lo spazio sono stati consultati gli abitanti del quartiere. Da qui la scelta di Wheatfield, un’opera perfettamente in linea con i valori di Expo: curare la terra e integrarla nella vita quotidiana.
Inoltre, il progetto prevede che in una fetta dello spazio sarà portato avanti un esperimento di giardino condiviso: un grande prato, un orto di 100 metri quadri e un parco per bambini. Gli interventi di conversione dell’area hanno notevolmente influito sul mercato immobiliare, che registra un aumento della domanda di abitazioni del 12,3 per cento. I prezzi sono tutt’altro che contenuti: si va dai 7.000 ai 13.000 euro al metro quadrato.

Finance addict, books eater and basketball lover. Follow me on Twitter @AleGreppi